Dio ama ciascuno come un padre e come una madre

Un estratto della meditazione mattutina di Papa Francesco a Santa Marta, 22 marzo 2018.

Alle porte della settimana santa la Chiesa ci fa riflettere sul Signore che non dimentica, sul nostro Dio fedele.

Il Signore mai dimentica, mai, perché Lui è fedele, non può non essere fedele: Lui è la fedeltà.

… Il Signore fa un’alleanza con Abramo, un’alleanza che si allargherà, si allungherà; nella storia diventerà un popolo: un popolo che ne ha fatte tante! I peccati del popolo li conosciamo: tante volte, nel deserto, dopo la liberazione dall’Egitto, l’idolatria, le cose che ha fatto il popolo…

Eppure «il Signore è fedele».

E «questa è l’immagine che la Chiesa vuole per noi all’inizio della settimana santa: noi andremo in cammino col Signore fedele, che ci ha scelti, che mi ha scelto e non si dimentica di me, perché Lui ha quell’amore viscerale, che non fa dimenticarsi. Proprio questa è la fedeltà di Dio.

Nella mia terra c’è un fiore piccolino che si regala alle mamme il giorno della festa della mamma e ha due colori: un azzurro soave per le mamme vive, e un viola per le mamme defunte. Sì, questo fiore ha due colori e si chiama No me olvides , Non ti scordar di me, non scordarti di me…

Proprio questo è l’amore di Dio, come quello della mamma: Dio non si scorda di noi, mai, non può, è fedele alla sua alleanza. Certamente, questo ci dà sicurezza, tanto che di noi possiamo dire “ma, la mia vita è tanto brutta, sono in questa difficoltà, sono un peccatore, una peccatrice”…

Però Lui non si dimentica di te, perché ha questo amore viscerale ed è padre e madre: tutto lì.

E con questo amore noi entriamo nella settimana santa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *